SPLENDIDO Capodanno nel Salento – Dal 31 Dicembre al 02 Gennaio 2022

470,00

LECCE, GALLIPOLI, NARDO’, OTRANTO, GALATINA E ACAYA

Partenza: 31/12/2021 da: Luoghi convenuti
    Cancella opzioni
    • 90 €
COD: SPLENDIDOCAPODANNOSALENTO22-1 Categoria: Tag: , , , , , , ,
Destinazioni:

PRIMO GIORNO: VENERDI 31 DICEMBRE 2021

Ritrovo dei Sigg. Partecipanti alle ore 7:00 – 8:00 nei luoghi convenuti e partenza in autopullman verso il Salento. Nella tarda mattinata si giunge a  Nardò. Visita guidata di questa città d’arte, una delle capitali del cosiddetto “Barocco Minore”, nell’accezione del piccolo centro. Nardo è la seconda città del leccese. Vivace  è la deliziosa Piazza Salandra, nel cui centro sorge  la guglia dell’Immacolata. A Nardò sono notevoli: la Cattedrale, romanico-gotica, fondata nel 1090, ma rifatta nel secolo XIII,  che custodisce notevoli affreschi e un antico crocifisso di legno di cedro; la Chiesa di San Domenico, che ha una sontuosa facciata barocca.  Trasferimento a Gallipoli.  Pranzo libero a cura dei partecipanti. Nel pomeriggio visita guidata della città.  Secondo la tradizione, il suo nome deriva dai due termini greci “Kalè” e “Polis”, ovvero “città bella”. La città si divide nel borgo nuovo e nel borgo anticoArrivo e visita guidata. Il centro storico di Gallipoli è paragonabile a un’isola completamente adagiata sull’acqua e collegata alla terra ferma – e alla zona nuova – da un ponte. La città vecchia è assolutamente da visitare: ricca di antichi palazzi e chiese in stile barocco, fu costruita dai greci come una sorta di labirinto dove tutte le stradine s’incrociano l’una nell’altra, tra le case imbiancate a calce  e dai cornicioni di un azzurro intenso, segnando dei percorsi che portano alle mura della città che danno sul porto. Da vedere il castello-fortezza, la cattedrale di Sant’Agata, la chiesa di Santa Maria della Purità, la chiesa di Santa Teresa, la fontana greca del tardo Cinquecento, il teatro Garibaldi, la chiesa di San Francesco d’Assisi. Verso le ore 17:30 partenza verso l’ hotel situato negli immediati dintorni di Lecce. Sistemazione nelle camere riservate e sosta relax per i preparativi. Poi tutti festosamente al Cenone di San Silvestro con musica dal vivo, intrattenimenti e cotillons. Un brindisi benaugurale al nuovo anno! Pernottamento.

SECONDO GIORNO: SABATO 1 GENNAIO 2022

Prima colazione a buffet in hotel. Nella mattinata, con la calma richiesta dalla circostanza, è prevista  una passeggiata guidata nel centro storico di  Lecce, bellissima città che per la fioritura artistica e culturale di cui godette dal XVI al XVIII secolo è definita  “Firenze del Barocco”.  Da vedere: il Castello, piazza Sant’Oronzo con i resti dell’Anfiteatro romano, la statua del Santo protettore, il Palazzo del Seggio. Poi Santa Croce, sintesi del barocco leccese con i suoi richiami alla madre terra:  fiori, frutta,  tutto realizzato con la tenera pietra locale, facilmente lavorabile con il bulino e la pialla. Proseguimento verso il cortile del Vescovado, così è ricordata dai leccesi la scenografica  piazza dove sorgono il Duomo,  il Campanile, il Palazzo del Vescovado e il Seminario. Oppure facoltà di assistere alla celebrazione della Santa Messa. Pranzo di Capodanno in una storica masseria adiacente l’hotel. Nel pomeriggio partenza  verso Otranto, antico centro situato sulla costa adriatica. All’arrivo, passeggiata guidata lungo le vie della cittadina, quasi del tutto cinta da un turrito perimetro murario, in cui si apre la porta Alfonsina. Si vede il Castello edificato alla fine del Quattrocento e la Cattedrale, nota per il suo pavimento musivo e per la cappella  dei Santi Martiri. In essa sono conservate le ossa di quasi 600 vittime dell’eccidio perpetrato dai Turchi nel 1480. Successivo rientro in hotel. Cena in una storica masseria adiacente l’hotel. Pernottamento.

 TERZO GIORNO: DOMENICA 2 GENNAIO 2022

Prima colazione a buffet in hotel. Nella mattinata partenza verso il piccolo borgo medioevale di Acaya. Grazie alla sua cinta muraria e alla sua disposizione delle strade, è l’unico esempio perfettamente conservato fino ad oggi, di città medievale fortificata del Sud Italia. Il nome Acaya deriva dall’omonima famiglia nobile che dominò sull’intero territorio circa 300 anni, tra il XVI e XVIII secolo. L’attuale cinta muraria è stata resa possibile grazie all’ingegno di Gian Giacomo dell’Acaya, che promosse i lavori per la costruzione delle mura nella prima metà del XVI secolo. Il simbolo di Acaya è indubbiamente il Castello.  La sua costruzione è datata ai primi anni del XVI secolo, insieme ai lavori di realizzazione della cinta muraria. Oggi, il Castello è visitabile, in special modo il frantoio e una vecchia scuderia. Il suo ponte di collegamento alla strada è di forma rettangolare. Meritano anche una menzione la Porta d’ingresso dedicata a Sant’Oronzo e la Chiesa di Santa Maria della Neve,  risalente al XIII secolo e antecedente  la costruzione del castello e della cinta muraria di Acaya. Successiva partenza verso Galatina per la visita guidata della Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, della fine del XIV secolo.  Fu eretta per volere di Raimondello Orsini del Balzo, principe di Taranto, che sposò nel 1384 Maria d’ Enghien, contessa di Lecce, la quale aveva in proprietà alcune terre del Salento. Il conte dedicò il tempio a Santa Caterina d’Alessandria, folgorato da un pellegrinaggio compiuto sul Sinai dove aveva visitato l’omonimo celebre convento. Facciata dalla triplice cuspide, rosone, e cinque navate all’interno. Sono gli affreschi (commissionati da Maria D’ Enghien) estesi in ogni dove, a rendere famosa la Basilica. Immane l’opera pittorica realizzata da Francesco d’Arezzo, così straordinaria da fare ritenere dagli studiosi la Basilica di Santa Caterina d’Alessandria seconda solo a quella di San Francesco d’Assisi. Tra l’altro gli archi a tutto sesto e lo stile gotico attribuibile all’interno consentono di accostarla alla Basilica Superiore del Santo dei poveri. Gli affreschi traspongono la storia e le traversie della famiglia Orsini Del Balzo. Anche se, in verità, esistono più strati di affreschi e quelli visibili si riferiscono al periodo (attorno al 1420) che coincide con il ritorno a Galatina di Maria D’ Enghien rimasta vedova di Ladislao Durazzo, re di Napoli, sposato in seconde nozze dopo la morte del primo marito Raimondello Orsini Del Balzo. Dovunque angeli, arcangeli, cherubini e serafini. Tra le reliquie, si può vedere un dito di Santa Caterina che Raimondello Orsini avrebbe staccato con un morso alla Santa mummificata nella chiesa sul monte Sinai. La chiesa, peraltro con un chiostro adiacente, è stata dichiarata Basilica Minore Pontificia nel 1992. Galatina è anche nota per i suoi eleganti palazzi e, tra l’altro, per la tradizione del fenomeno del “tarantismo” o “tarantolismo” su cui ha indagato il grande antropologo De Martino. Il luogo del fenomeno era  la “Cappella di San Paolo”, dove le “tarantate” chiedevano la guarigione a San Paolo. Pranzo in ristorante o nella masseria storica adiacente l’hotel. Nel pomeriggio inizio del viaggio di rientro. Arrivo a casa nella serata.

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE                                                       EURO 470,00

Base minima partecipanti 25 partecipanti per un pullman di 37-50 posti a sedere – in regola alle norme governative

SUPPLEMENTO SINGOLA                                                               EURO   90,00

ACCONTO DA VERSARE ALLA PRENOTAZIONE                         EURO 180,00 PER PERSONA

SALDO DA VERSARE ENTRO IL 15.12.21

 LA QUOTA COMPRENDE:

  • il viaggio in autopullman gran turismo, dotato di tutti i più moderni comfort, assegnazione posti a sedere in base alle disposizioni di sicurezza governative in materia di COVID-19 e regolare sanificazione;
  • il soggiorno in ottimo hotel 4 stelle selezionato COVID SAFE;
  • i pasti indicati nel programma bevande incluse (½ acqua + ¼ vino p.p.);
  • la serata di gala di San Silvestro in hotel, bevande incluse (acqua minerale, vino, caffè e spumante);
  • il pranzo di Capodanno in una storica masseria adiacente l’hotel, bevande incluse (1/2 acqua minerale, ¼ vino e caffè);
  • l’assistenza di guide per la visita di Nardò, Gallipoli, Lecce, Otranto, Galatina e Acaya;
  • la tassa di soggiorno.

LA QUOTA NON COMPRENDE: il pranzo del primo giorno, gli eventuali ingressi a musei e siti artistici, l’assicurazione facoltativa annullamento, gli extra e tutto quanto non indicato alla voce “LA QUOTA COMPRENDE”.

Per la conferma potete recarVi in agenzia, contattarci telefonicamente allo 0803514077 o potete inviare e-mail di conferma a gruppi@fioreviaggi.com, declinando i Vs dati anagrafici, residenza, codice fiscale e recapito telefonico.

FIORE VIAGGI S.R.L. TERLIZZI (BA) – IBAN BANCA UNICREDIT   IT 27 L 02008 41700 000103152620

Nella causale si prega di specificare:  cognome dei partecipanti /destinazione e data di effettuazione del viaggio

 ASSICURAZIONE FACOLTATIVA ANNULLAMENTO, SPESE MEDICHE E ASSISTENZA IN VIAGGIO

EURO 45,00 PER ADULTO.

L’assicurazione  annullamento rimborsa le spese di penale (con la trattenuta di franchigia) per l’annullamento dovuto a motivi di salute imprevedibili e certificabili

  • Rimborso penale in caso di contrazione Covid-19 da parte del partecipante e dei familiari iscritti sul contratto di viaggio.
  • Assistenza e copertura spese mediche per infortuni sopraggiunti durante il viaggio.
  • Interruzione viaggio e COVER STAY che copre il partecipante durante il viaggio, nel caso in cui lo stesso fosse messo in quarantena fiduciaria in albergo, pagando il vitto e alloggio e il viaggio di rientro alla sua residenza.
  • Si richiede tutta la documentazione medica necessaria per richiedere il rimborso della penale.
  • L’assicurazione non copre la penale di coloro che decidono di non partire a causa di un incremento dei casi positivi al Covid-19 sia nella zona in cui si risiede e sia nella meta del viaggio organizzato.
  • La polizza deve essere richiesta e stipulata contestualmente alla conferma, e non può essere attivata successivamente.

SI VIAGGIA CON IL GREEN PASS

La nostra agenzia offre l’opportunità ai Sigg. Ospiti di iniziare il proprio viaggio da uno dei seguenti luoghi

Paese/Città Punto di incontro Supplemento
BARI Via Salvator Matarrese alt. Hotel Sheraton -
MODUGNO Via Paolo Marzi fronte civ. 23 (Fermata FlixBus) -
BITONTO Stazione Bari Nord -
GIOVINAZZO Piazza Vittorio Emanuele alt. Parr. San Domenico -
MOLFETTA Via Salvador Allende (vicinanze negozio Pane e Amore) -
TERLIZZI Corso Garibaldi (fermata centrale) -
RUVO DI PUGLIA
Stazione Bari Nord -
CORATO
Via Sant'Elia (Villa Comunale) -
BISCEGLIE Via S. Andrea, 179 alt. Ristorante Beverly -
TRANI Viale Germania prima della Rotatoria (zona Sant'Angelo) -
BARLETTA Stazione Bari Nord – Scalo Casermette -
ANDRIA Casello Autostradale -
ALTRI
Tutti i caselli autostradali che si trovano nella direzione del viaggio stesso -

Per i viaggi della durata di 1-2 giorni è richiesto un minimo di n.8 partecipanti per luogo d'incontro

I nostri tour sono ideali per coloro che non hanno un’ottima padronanza delle lingue estere, non vogliono affrontare i problemi logistici e organizzativi, non amano gli imprevisti o semplicemente non vogliono trascorrere le proprie vacanze in solitudine.

D’altronde, accanto ai benefici che scaturiscono da un “viaggio organizzato”, ci sono delle regole alle quali è giusto e conveniente adeguarsi per la buona riuscita del viaggio.

Anche se siete in vacanza è scortese far aspettare un intero gruppo di persone, spesso visite ed escursioni sono programmate con orari rigidi e l’ingresso ai Musei e luoghi d’interesse artistico-culturale richiede una prenotazione obbligatoria per potervi accedere con la guida ed evitare le lunghissime file dei visitatori individuali.

Un gruppo è di solito eterogeneo e anche se durante questi viaggi si crea una certa familiarità, non è giusto esigere che tutti facciano sempre tutto con tutti.

Cortesia e buona educazione ci guidano ancora una volta, perché un’eccessiva promiscuità può recare disturbo e imbarazzo.

Va infine evidenziato che la perfetta riuscita del viaggio, oltre che nella cura dei servizi, va ricercata nello spirito di adattamento dei partecipanti, necessario a conciliare interessi diversi che inevitabilmente producono attese e visioni diverse.

Le quote di partecipazione sono valide per un numero minimo di 20 persone, per cui, nel caso non si riesca a raggiungere il numero minimo necessario per garantire la partenza, i Signori ospiti saranno informati 15 giorni prima della data di partenza.

Documenti richiesti:

  • CARTA D’IDENTITA’ VALIDA PER L’ESPATRIO 
  •   TESSERA SANITARIA.
  • GREEN PASS